Arrampicate sportive ed alpinistiche ad Arco nella Valle del Sarca
Parete di Padaro Monte Colodri Parete San Paolo Lastoni di Dro Coste Dell'Anglone Monte Brento Pian dela Paia Parete del Limarò Due Laghi
La Placconata Parete San Paolo Sud Parete San Paolo Centrale Parete San Paolo Nord
Via Linda Via Elda Via Tre Pilastri Via Lecciomania Via Sulle tracce di Dario Via Sabina Via La cengia rossa Via Caldo inverno Via Adonis Via Orfeo Via Sette Muri In memoria di Ugo Ischia Via Roberto Via Elios Via Selene Via Sindrome da Makita Via Ape Maia Via neve d'autunno migliorata
 
[In memoria di Ugo Ischia]

In memoria di Ugo Ischia


Difficoltà: alcuni tratti VI e VI+, obbligatorio VI-


Chiodata dal basso.
Sicurezza: fix 10 mm qualche chiodo e cordini in clessidre, portarsi un friend medio.

Nell'anno 1971 Ugo Ischia e Fabio Calzà traversarono sulla cengia, dove c'è la prima sosta di questa nuova via, fino al grande diedro di destra e poi salirono per primi su questa parete. Cercando di ripetere la via „Ischia-Calzà“ Diego Filippi ha salito gli ultimi tre tiri di questa nuova via. Fabio Calzà ci ha raccontato, che la via originale “Ischia-Calzà“ però segue una linea ca. 70m più destra.
La nuova via offre una bella arrampicata suplacche e strapiombi con alcuni passaggi sportivi. Nel terzultimo e penultimo tirola roccia non è sempre solida. Un'esperienza alpinistica è consigliabile. La chiodatura è ottima con tante clessidree 26 fix 10mm.

Accesso:

Si lascia la macchina tra Arco e Ceniga alla vecchia diga, o meglio al parcheggio della Pizzeria Lanterna - a causa dei ladri. Si attraversa il bosco fino agli attacchi.

Discesa:

Attraverso il bosco fino al sentiero. Si gira a destra e si segue il sentiero fine alla strada che porta al parcheggio.