Arrampicate sportive ed alpinistiche ad Arco nella Valle del Sarca
Parete di Padaro Monte Colodri Parete San Paolo Lastoni di Dro Coste Dell'Anglone Monte Brento Pian dela Paia Parete del Limarò Due Laghi
La Placconata Parete San Paolo Sud Parete San Paolo Centrale Parete San Paolo Nord
Via Crono Via Bon ton Via Penelope Via Persephone La fuga dall'Hades La fessura dell'Hades Via Pilastro Themis Via Pantarei Via Isis migliorata Via Porci con le ali Via Argo e nuova via Via Aganippe Via Demetra Via Dioniso Via Due piccoli pilastri Via delle ammoniti
 
[La fuga dall'Hades]

La Fuga dall'Hades


Difficoltà: un passo VI, il resto IV – V con due passi V+ e un passo VI-


“La fuga dall’Hades” è una tra le più facili vie della parete San Paolo. La roccia è sempre bella con ottime prese. Il miglioramento ha corretto la via in tre parti. La nuova partenza comincia indipendemente con un grande strapiombo e la nuova uscita scorre direttamente sul pilastro grigio fino alla cima. Anche il secondo tiro è stato alleggerito e corretto, andando su placche più facili e appigliose. Ciononostante la via rimane un po’ tortuosa perché evita i due grandi strapiombi e cerca la più facile possibilità al punto il più debole per oltrapassarli. Il punto chiave è lo strapiombo dell’inizio. Per allegerire questo strapiombo i primi salitori hanno ristabilisato con ferri nascosti due pessanti lame staccate. Come la via Helena, questa via ha una sapore classica.
Il Hades è un Dio greco che significa il sottomondo per così dire il mondo materialistico. Tutti i rocciatori hanno un desiderio di fuggire dal mondo dipendente per un mondo più spirituale o più libero. Il nome “Fuga dall’Hades” significa questo desiderio.