Arrampicate sportive ed alpinistiche ad Arco nella Valle del Sarca
Vie nelle Dolomiti: Dolomiti di Brenta Pale di San Martino Moiazza Sella, Sassolungo Marmolada Vallaccia Pale di San Lucano Gruppo Fanes Catinaccio
Guglia Franca- Torre Steger Larsec- Pala di Socórda Larsec- Campanile Gardeccia Larsec- Pala Patech Larsec- Torre della Pioggia Larsec- Becco d’Aquila Larsec- Spiz delle Pope Punta Emma Cima di Catinaccio
Via Architettura gialla Via Centrale nord Via Parete sudest diretta
 
[Via spigolo-sud-diretto]

Via Architettura gialla

Catinaccio - Punta Emma, 2617 m, parete est

Primi salitori: Heinz Grill, Florian Kluckner, Barbara Holzer, Giugno 2018

Difficoltà: VI+, due passi A1

Dislivello: 300 m + 100 m


Chiodatura:

Le soste sono con anelli e spit. La chiodatura intermedia è con 2 spit, tante clessidre sulle placche inferiori e una sufficiente quantità di chiodi. 4 clessidre sono trapanate. Si consiglia di portare una serie di friend.

Questa via non è per persone che soffrono di vertigine. La linea cerca i punti più deboli della strapiombante e gialla parete est della Punta Emma.

Comincia con belle placche grigie fino ai tetti gialli. Poi ci sono passi in A1, l`arrampicata è atletica su roccia buona.Alla fine si sale su rocchie facili in cima.

Attacco:

dal Rifugio Vajolet, 10 min.

Discesa:

Dalla cima si seguono gli ometti verso la cresta ovest, poi calandosi verso nord II°, fino alla corda doppia di 25 metri. Si segue il canale e si esce verso sinistra per arrivare al seintiero che viene dal Rif. Re Alberto1° che riporta in valle.

Intervista sulla via "Architettura gialla" con Heinz Grill