Idea: possibilità di ridurre il traffico in transito da Trento verso Brescia e/o Milano?

Lavoro nel campo della protezione dell’ambiente. Venendo spesso in Trentino mi capita frequentemente di osservare che già nelle prime ore del mattino, ma anche durante l’intera giornata, c’è un traffico intenso soprattutto di camion che sembrano voler risparmiare il pedaggio autostradale e intasano le strade secondarie della valle del Sarca. Così mi chiedo:

  • È possibile vietare il transito di veicoli pesanti da Trento verso Ponte Arche e Milano e anche da Trento a Brescia, o almeno fare pagare un pedaggio ai veicoli pesanti come per esempio viene richiesto da Garmisch in direzione Monaco di Baviera (per la galleria e la strada statale)?
  • Si potrebbero ridurre un po’ i costi del pedaggio per i veicoli pesanti per stimolare l’utilizzo dell’autostrada? Il mancante guadagno derivante dalla riduzione del pedaggio potrebbe essere compensato da coloro che prendono l’autostrada rinunciando alla scorciatoia attraverso la valle del Sarca.

  • È possibile fare una sorta di campagna pubblicitaria per chiedere alle persone, che usano le auto, su base volontaria di utilizzare l’autostrada (A22 e A4, E35, E45, 135 km, circa 1,5 ore senza traffico) ed evitare il collegamento trasversale che include la gardesana (SS45bis, 123 km, 2.25 ore senza traffico)? Anche Google suggerisce questa alternativa.
  • È possibile raccomandare alla gente di bypassare la Valle del Sarca percorrendo l’autostrada, senza tuttavia dover introdurre un divieto di transito per le auto?

Attuazione: la realizzazione potrebbe avvenire apponendo delle apposite indicazioni sui cartelli e gli indicatori elettronici presenti in autostrada e superstrada e/o facendo pubblicità nei mass media (Internet, facebook, twitter, televisione, giornali, ecc.)

Iris Berger

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.